Le migliori tipologie di Digital Video Marketing

Postato da Eclettica Akura il 29 giugno 2018

tipologie-video

Secondo una ricerca effettuata da Cisco, nel 2020 il video costituirà oltre l’80% del traffico online (al momento si aggira intorno al 70%).

In altre parole, il futuro è nel video.

Il futuro del marketing è nel video: lo dicono le statistiche 

Entro il 2020 il 72% del traffico mobile sarà costituito dai video. I Millennials (i nati tra i primi anni 80’ e il 2000) passano il 50% del proprio tempo a guardare video online, invece che la tv. Lo confermano le statistiche, ma anche i principali social network, che premiano e promuovono proprio questo tipo di contenuto, soprattutto Youtube, Vimeo, Facebook e Snapchat. 

Se il video costituirà il principale strumento di intrattenimento e informazione online, per raggiungere il proprio target le aziende dovranno imparare a comunicare con lo stesso linguaggio. 

Sollecitati da continui stimoli, sonori e visivi, viviamo nell’era dei contenuti promozionali (direttamente o indirettamente), veicolati attraverso più canali contemporaneamente, con un unico obiettivo: attirare la nostra attenzione. 

E funziona:  2 persone su 3 guardano i video fino alla fine. 

Le tipologie di video 

Ogni video ha come obiettivo, più o meno esplicito, promuovere un prodotto o servizio. Alcuni offrono un piccolo assaggio per stimolare curiosità e interesse (teaser), altri sono reportage che raccontano come nascono idee (storytelling), altri ancora come funziona un prodotto o servizio nel dettaglio (tutorial). 

Esistono video diversi, ognuno dei quali comunica un messaggio preciso. Dipende dall’obiettivo aziendale, e dal proprio target. 

Secondo Cisco, i video sono principalmente guardati per divertimento e/o intrattenimento, raccogliere informazioni prima di effettuare un acquisto, approfondire le proprie conoscenze su un determinato argomento o capire “come fare a” svolgere un’attività (come, ad es., cucinare un dolce, disegnare con Illustrator, costruire una scatola etc.). 

Tutti i video, indipendentemente dalla tipologia, raccontano qualcosa. Trasmettono in modo semplice e immediato un contenuto utile e di valore, facilmente fruibile al fine di raggiungere la più vasta audience possibile. Qual è il video ideale per promuovere la tua azienda?

A seconda del tipo di contenuto, il video sarà: 

  • Video pubblicitario pre-lancio (teaser)

    Si tratta di un contenuto multimediale in cui si presenta un nuovo prodotto o servizio, evidenziandone le caratteristiche, benefici e vantaggi, prima del lancio sul mercato. Alcuni video sono marcatamente dimostrativi, soprattutto quando si tratta di un prodotto innovativo. L’obiettivo è suscitare consapevolezza del Brand (brand awareness), stimolare interesse e far nascere un desiderio o bisogno. Per questo motivo, è importante rivolgersi al giusto target. 

  • Video storytelling 

    I video reportage hanno uno stile e un’impronta più marcatamente emozionale. Anche il loro contenuto è informativo: spesso raccontano come nascono prodotti, progetti o semplicemente idee, seguendo passo passo i professionisti mentre svolgono il loro lavoro (ad es., l’allevatore che taglia il caglio e mostra come nasce il formaggio, lo chef che prepara un piatto prelibato, l’orefice che assembla un gioiello, etc.). La promozione del prodotto è indiretta. Lo scopo principale del video è coinvolgere, emozionare, attraverso il racconto di una storia che mette in luce valori che vanno al di là del prodotto, come la passione, l’attenzione alla qualità delle materie prime, l'artigianalità della lavorazione, il valore dato alle persone. Un video storytelling crea un legame di fiducia duraturo con il suo pubblico, rafforzando nel tempo il brand. 

  • Video Tutorial 

    Quante volte vi siete chiesti “Come fare a…” e avete subito cercato su Google un video in grado di spiegarvi nel dettaglio il procedimento? Almeno una volta, sicuramente. I video tutorial (o video-lezioni) nascono proprio con l’obiettivo di spiegare nel dettaglio gli step necessari a raggiungere uno specifico risultato. Hanno un contenuto formativo e dimostrativo, che veicolano fornendo informazioni dettagliate e precise. Un video di questo tipo può essere utilizzato per promuovere un prodotto o servizio, spiegandone nel dettaglio il funzionamento tecnico e, dunque, i vantaggi (soprattutto se il soggetto del video è un influencer) oppure per fidelizzare i propri clienti e mostrare la propria competenza/authority nel settore (come nel caso di Clio Make Up). 

  • Video corporate e istituzionali 

    I video istituzionali, come dice il nome stesso, hanno un contenuto più sobrio e formale. Sono principalmente scelti da aziende o pubbliche istituzioni desiderose di raccontare la propria storia, vision e mission mettendo in luce il valore del proprio Brand. 

  • Video intervista 

    Le interviste video, spesso associate a video istituzionali, sostituiscono alle immagini o ai testi in sovraimpressione, le testimonianze dirette delle persone. I soggetti intervistati possono essere gli imprenditori o i dipendenti dell’azienda, ma anche i clienti, i partner, i collaboratori: chiunque possa raccontare, a parole sue, la propria esperienza e offrire valore. 

  • Video per i social 

    Essendo il tipo di contenuto più fruito online, il video è perfetto per i social. I contenuti multimediali pensati per i social network sono generalmente brevi, con o senza audio, pensati per un pubblico che desidera rilassarsi e divertirsi, piuttosto che fare un acquisto. Il loro scopo è catturare l’attenzione, promuovere l’awareness circa l’esistenza di un nuovo prodotto o servizio e ottenere nuovi fan/followers. 

  • Webinar 

    I webinar sono video molti simili ai tutorial: sono una sorta di video lezioni destinate a una platea selezionata di “studenti” ai quali viene veicolato un contenuto formativo tecnico e specifico. L’obiettivo immediato è formativo, quello indiretto costruirsi, nel tempo, una reputazione di esperti del settore. 

Video marketing: i risultati che si possono ottenere 

Rispetto alla pubblicità tradizionale, ai testi scritti, alle infografiche o alle immagini, i video hanno un grande vantaggio: comunicano in modo semplice e immediato. Durano poco, rubano solo qualche minuto (se non addirittura una manciata di secondi) e non richiedono alcuno sforzo, se non guardare. 

Fruibili anche senza audio, brevi e concisi, i video vanno dritti al punto, informando, divertendo, emozionando: lo strumento perfetto per raggiungere un pubblico vasto, creare un legame di fiducia con il Brand e intrattenere relazioni durature. 

Secondo Cisco, infatti, i filmati aumentano la Brand awareness del 139%, stimolano la condivisione e favoriscono le conversioni, anche delle email: un investimento di valore in grado di aumentare ROI e la fidelizzazione dei clienti nel tempo. 

A differenza della pubblicità, che interrompe, i video stimolano. E offrono qualcosa in cambio: un contenuto utile e di valore, un intrattenimento divertente, uno spunto di riflessione.

New call-to-action

Tag: video web, video social media, video tutorial, spot, video commercial, video corporate, motion graphics, video webinar, video animazione, video istituzionali

Condividi su: