Creare nuovi lead attraverso form di contatto efficaci

Postato da Maurizio Masi, aggiornato il 18 novembre 2022
Trovami su:

lead-form-di-contattoOttenere nuovi contatti, e trasformarli successivamente in clienti fidelizzati, è uno degli obiettivi principali per chi fa impresa e vuole aumentare le vendite. Com'è possibile realizzare tutto questo?

Semplice, grazie all'utilizzo di form (o modulo) di contatto.

Se sei alla ricerca di nuovi potenziali clienti interessati alla tua offerta, è arrivato il momento di prendere in seria considerazione l'utilizzo di moduli di lead generation di forte impatto.

In questa breve guida analizzeremo come creare form di contatto e come sfruttarli efficacemente per incrementare il business aziendale. Prima però capiamo meglio cosa sono.

Cos'è un form di contatto?

Prima di scoprire come creare un modulo di contatto, e successivamente utilizzarlo, spieghiamo prima di tutto cos'è e quali sono i vantaggi per l'azienda.

Un form di contatto è un modulo di acquisizione dei clienti che raccoglie i dati di quest'ultimi (nome, numeri di telefono, indirizzo email, ecc). Di solito si presenta dopo aver cliccato su una Call To Action  tipo "contattaci", “scarica ora”, ecc., in gli utenti lasciano i loro nominativi per essere ricontattati, chiedere informazioni, oppure per ottenere dei premium content. Un modo più diretto e pratico rispetto all'invio di un'email, e utile per l'azienda per 'catturare' futuri clienti.

Ogni sito web ha una pagina "contatti" dove, oltre alle generalità dell'azienda, è presente spesso un modulo di contatto da compilare per eventuali richieste. Ma, come accennato prima, i contact form possono essere associati anche ad altre pagine, per fare lead generation: le landing page di conversione e le sales page di prodotti o servizi.

Per l'azienda ottenere nuovi contatti è chiaramente un vantaggio in quanto aiuta a capire meglio i potenziali clienti e i loro interessi. E qui viene da chiedersi: qual è però il vantaggio per l'utente? Quale motivo avrebbe di inviare i suoi dati compilando un modulo di contatto anziché scrivere un'email o chiamare?

Ed è forse questo uno degli aspetti più complessi da capire: sulla carta nulla, eppure sappiamo che se un form di contatto è ben strutturato, il cliente è invogliato a utilizzarlo senza farsi troppe domande.
La praticità è una delle chiavi vincenti, ma solo ed esclusivamente se la persona ha fiducia nell'azienda e se il form viene creato seguendo alcune regole che analizziamo qui di seguito.

I vantaggi dei moduli di raccolta dei lead (o form di contatto)

Prima di vedere come dev'essere fatto un form per essere efficace, è bene evidenziare i vantaggi che questi moduli di contatto hanno per l'azienda.

  • Raccolta di dati preziosi. Per poter sviluppare una strategia vincente, qualunque essa sia, è importante sapere quali sono i potenziali clienti. La raccolta dei dati attraverso l'utilizzo di landing page, con annesso form di contatto, è di vitale importanza per conoscere meglio gli utenti interessati ai nostri servizi/prodotti e svolgere, ad esempio, delle campagne Adv mirate oppure delle campagne di email marketing perfettamente targettizzate, ecc.
  • Migliora la fiducia B2C/B2B. Un form di contatto migliora e semplifica la comunicazione tra utente e azienda, incrementando l'affidabilità che la stessa azienda ha agli occhi del cliente.
  • Aumenta la conversione. La conversione (da semplice utente in cliente fidelizzato) è uno degli scopi principali di qualsiasi azione di marketing. Attraverso l'utilizzo di form, come detto, cresce la fiducia dei potenziali clienti e aumentano le probabilità che quest'ultimi nel tempo possano diventare a tutti gli effetti dei clienti.

Come dev'essere un form di contatto sul tuo sito web?

Dopo aver scoperto l'importanza di raccogliere lead attraverso i form contatti, è arrivato il momento di capire come devono essere fatti affinché siano realmente efficaci. Sinteticamente sono 5 i punti chiave da tenere sempre a mente quando si vuole attirare l'attenzione degli utenti attraverso i moduli di contatto.

1. Un contact form efficace deve essere compilato in breve tempo

Ridurre i tempi di compilazione da parte degli utenti è una delle strategie vincenti per far sì che le persone siano maggiorente invogliate a utilizzarli. Al contrario, un modulo lungo e articolato comporta una percentuale alta di fallimento, in quanto, si sa, gli utenti non amano perdere troppo tempo.

2. Lo scopo del form deve essere molto chiaro

Spiegare qual è lo scopo del form di contatto è importante per incentivare l'utente a compilarlo. Come accade per le migliori strategie di marketing, per creare curiosità, gli utenti devono essere informati circa le finalità, ma soprattutto i motivi per cui dovrebbero mettersi in contatto con l'azienda o scaricare un determinato documento, iscriversi ad un webinar o altro, in modo molto chiaro.

3. Un form dev'essere coinvolgente e intuitivo

Sembra banale, eppure molte aziende si avvalgono di sales page molto poco coinvolgenti. Il linguaggio in questo caso fa la differenza: una Call To Action (CTA) motivante incentiva e invoglia l'utente a lasciare i propri contatti. Ad esempio, l'invito "contattaci" non è un messaggio sufficientemente persuasivo, mentre "parliamo del tuo progetto" ha un impatto ben diverso sui potenziali clienti.

4. Un form deve essere della giusta lunghezza

Un form di contatto deve essere della lunghezza giusta, anche se più è lungo, più le informazioni che si possono ottenere da ogni contatto sono interessanti per l'azienda. Il numero di campi del modulo dev'essere un giusto compromesso tra quantità e qualità dei lead ottenuti.

I moduli più brevi generano maggiori contatti perché gli utenti sono più predisposti e invogliati a utilizzarli, mentre i moduli più lunghi generano meno lead ma probabilmente con una maggiore qualità dei dati raccolti perché più interessati a ottenere quello che richiedono.

Per ovviare a questo problema è bene utilizzare un modulo di acquisizione progressiva che implica la richiesta di dati in diversi passaggi e non tutti subito. In questo modo le persone si stancano meno e sono più predisposte a compilare tutti i campi.form-di-contatto-a-passaggi-successivi

Fonte immagine

5. La posizione sulla landing page fa la differenza

La posizione del modulo di acquisizione dei lead è anch'essa fondamentale all'interno della pagina web. Il form dev'essere ben visibile, tale da attirare l'attenzione degli utenti; solo così si avrà una maggiore probabilità di utilizzo.

Nello specifico sono 4 le posizioni ideali:

  1. in un chatbot, che invece di essere utilizzato per comunicare direttamente con i potenziali clienti viene impostato per condividere un modulo di contatto;
  2. all'interno della pagina web, soprattutto se c'è molto testo, inserirne anche più d'uno (ogni 350 parole circa);
  3. di fianco all'offerta di una landing page, per evidenziare l'importanza di compilarlo;
    landing-page-form-di-contatto-esempio
  4. in fondo a una landing page a scorrimento automatico, mette al centro i contenuti della pagina, ponendo però la possibilità di raggiungere il modulo velocemente.

Ricorda, landing page e form di contatto, insieme ai contenuti di valore e ai tuoi servizi/prodotti, sono alla base di ogni strategia di lead generation del tuo brand, sfruttali al meglio.

 

Tag: strategia di inbound marketing, lead generation, landing page, inbound sales

Condividilo su

     

Potrebbero interessarti anche:

Agenzia inbound marketing: cos’è e a cosa serve


Se hai un brand tutto tuo o più in generale un progetto di business saprai certamente che la prima cosa da fare è cercare risorse che siano capaci di darti una mano a tenere viva la tua realtà. Un’azienda non è mai da sola, ma si trova in un intricato sistema di networking con agenzie di...

Leggi di più

Come gestire il customer lifecycle: tips e strumenti


Per riprendere quanto detto nel nostro precedente articolo "Cos'è il customer lifecycle: dalla reach alla loyalty", qui approfondiamo alcuni aspetti e strumenti che bisogna prendere in considerazione nelle diverse fasi del ciclo di vita.

Leggi di più

Cos’è il customer lifecycle: dalla reach alla loyalty


Quando parliamo del customer lifecycle, o ciclo di vita del cliente, si può pensare che questo abbia fine con l’acquisto del prodotto o del servizio. In realtà se metti in pratica una strategia di gestione del cliente adeguata, il ciclo di vita del tuo cliente è tutt’altro che finito al momento...

Leggi di più

Lead Conversion: strategie e strumenti


Hai realizzato la tua strategia di lead generation che funziona molto bene, e il tuo sito sta ricevendo un sacco di visite. Gli utenti compilano i form, e li stai convertendo in lead. E ora?

Una volta che i visitatori hanno espresso interesse verso il tuo brand, come puoi convertire i lead in ...

Leggi di più

Digital Marketing

Come usare al meglio gli strumenti digital, dal sito web ai social, senza dimenticare le e-mail e l’advertising? Come strutturare un piano di marketing a prova di bomba? Il nostro team di esperti di marketing è al tuo servizio per migliorare la tua strategia online.

Scopri cosa possiamo fare per te

Top 5