Come migliorare l’employer branding… grazie alla tecnologia

Postato da Paola Sereno, aggiornato il 8 aprile 2022
Trovami su:

teamworkL'employer branding può essere inquadrato come una vera e propria strategia finalizzata ad attrarre nuovi talenti in azienda e fidelizzare e trattenere  i dipendenti attuali.

Cosa può fare un’agenzia di comunicazione e marketing come la nostra per l’employer branding? Suggerire una serie di “tattiche”, azioni concrete, che - grazie anche al supporto della tecnologia - possono essere messe al servizio della comunicazione interna.

Rendere gli eventi online più interattivi e coinvolgenti, ricorrere alla gamification, organizzare contest online rivolti ai dipendenti, offrire voucher digitali o altri servizi: vediamo insieme alcune proposte, tratte dalla nostra esperienza recente.

Coinvolgere i propri dipendenti, renderli partecipi e portavoce della cultura aziendale e del proprio brand è sempre stato fondamentale, sia per aumentare la qualità e la felicità nello svolgere le proprie mansioni, sia per diffondere i valori e per attrarre nuovi collaboratori.

Ma in questo periodo storico è ancora più importante coinvolgerli, per mantenerli motivati (e produttivi) ed evitare che se ne vadano. Questo è il tempo delle grandi dimissioni (Great Resignation).

Cos’è la Great Resignation, è un fenomeno solo USA o anche italiano?

In realtà questo fenomeno interessa anche l'Italia, dove si stima che circa il 60% delle aziende italiane vedrà dimettersi dal proprio posto di lavoro uno o più dipendenti, soprattutto da parte di giovani tra i 26 e i 30 anni. (Dati dell'Associazione Italiana Direzione Personale).

Da uno studio McKinsey, si può leggere come il 40% dei lavoratori nel mondo cambierà occupazione nei prossimi mesi. Invece, da analisi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si apprende che a metà dello scorso anno circa mezzo milione di lavoratori si sono dimessi volontariamente dal luogo di lavoro..

Cosa fare quindi?

Strategie di employee retention

Diventa cruciale per le aziende mettere a punto piani di employee retention più o meno strutturati. Ad esempio, uno degli elementi sempre più ricercati dai lavoratori è la flessibilità e la possibilità di lavorare da remoto (smart working).

Il mondo del lavoro sta cambiando, è sempre più liquido e digital: come possiamo usare gli strumenti digitali per promuovere la comunicazione interna, il team building, la formazione e motivazione dei dipendenti?

Ecco alcune proposte, tratte dalla recente esperienza della nostra agenzia di comunicazione.

Eventi online oppure “ibridi” (relatori in presenza, partecipanti collegati da casa)

L’evoluzione del classico webinar di formazione interno o della riunione via Zoom o Google Meet, diventati così familiari in tempo di Covid e smartworking. Quando la situazione lo richiede, questi eventi possono essere lo strumento ideale, ad esempio, per presentare alla forza vendita il lancio di un nuovo prodotto, oppure per appuntamenti periodici come riunioni semestrali con tutto il team, utili per mantenere lo spirito di squadra e condividere obiettivi e risultati.

Esempi di strumenti utili per dare un “twist” in più a questi incontri, in modo da  evitare che dopo 10 minuti tutti si distraggano, complici telecamere e microfoni spenti, possono essere:

  • proiezione di un video, che sia un’infografica animata, oppure coinvolgendo un testimonial che manda un messaggio pre-registrato rivolto al team. Se non sai come approcciarti al mondo dei video, puoi trovare alcuni spunti nel nostro blog.
  • esperienze interattive, come un questionario, o la creazione “collettiva” di una word cloud, usando un’app come questa di Poll Everywhere.

Gamification come strumento di formazione aziendale

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione” (Platone).

Il gioco è un modo per coinvolgere e far rimanere impresse le informazioni nella mente delle persone. Funziona con i bambini, ma anche con gli adulti.

Non deve essere necessariamente il nuovo lancio della Playstation, ma semplicemente un modo interattivo e più fun per interagire, ad esempio allo scopo di verificare se i collaboratori hanno appreso quanto spiegato in un momento di formazione.

Ricorderanno meglio le informazioni, e si saranno divertiti, conservando un ricordo più piacevole dell’esperienza, e di quanto spiegato.

Alcune modalità semplici di gamification esempi possono essere quiz a risposta multipla, i giochi “drag & drop” oppure tipo “trova l’intruso”, che possono essere facilmente applicati a nozioni diverse. Si può anche valutare se inserire una modalità più competitiva, con gare, punteggi e vincitori finali per rendere il tutto ancora più stimolante.

“Concorso a premi” per l'engagement della forza vendita

Dare un premio in base al raggiungimento di un obiettivo è la più classica delle forme di reward. E’ vero che, stando alle ricerche, oggi i dipendenti danno molto peso a forme di ricompensa più “alte”, come l’equilibrio tra vita e lavoro oppure il fatto di lavorare per un obiettivo etico (scopri di più su questo dallo studio dell'Osservatorio Vita-Lavoro di Lifeed), ma in fondo un regalo non dispiace a nessuno, ed è comunque una forma - molto concreta - di riconoscimento del valore di quanto fatto.

Non c’è bisogno di regalare 1.000 €, una formula che funziona bene sono i voucher digitali, da usare ad esempio su Amazon, oppure in store specifici (Feltrinelli, Decathlon) o ancora buoni benzina. Tutto avviene online, quindi sono semplici da gestire dal punto di vista logistico, e l’azienda è libera di scegliere l’importo.

Welfare aziendale

La tanto ambita work life balance è uno degli obiettivi di molti lavoratori, particolarmente sentita dalle donne e dai genitori. Ma, in generale, tutti lamentano la mancanza di tempo. Perché, dunque, non offrire benefit che vadano a incidere sulla qualità della vita e sull’equilibrio casa-lavoro

Qualche esempio? Campi estivi a prezzi scontati per i figli dei dipendenti, bonus babysitter, anche attivando convenzioni con siti web che si occupano proprio di trovare babysitter, come https://babysitter.familyhappy.it/welfare.

L'importanza dell'employee engagement

Che sia una piccolo team di lavoro o una multinazionale, un buon leader non deve mai sottovalutare l’importanza del coinvolgimento della sua squadra. Fare squadra, motivare, valorizzare è fondamentale per creare un buon clima sul lavoro, per evitare turnover e perché le persone contente lavorano meglio.

Hai altre idee da proporre, oppure vuoi valutare con noi le modalità migliori per la tua azienda? Fissa una call gratuita con un nostro consulente.

Contattaci

Tag: content marketing, digital strategy, comunicazione aziendale, comunicazione interna, employee engagement, engagement, employee retention

Condividilo su

     

Inbound Marketing

Non solo un insieme di tecniche, ma un vero e proprio cambio di mentalità, che mette il cliente al centro della tua strategia di marketing. Eclettica-Akura è una agenzia di comunicazione a Torino specializzata in inbound marketing.

Scopri cosa possiamo fare per te

Ultimi articoli