Poche visite al sito web... che fare?

Postato da Roberto Barberis, aggiornato il 18 marzo 2021
Trovami su:

poche-visite-sito_1200x630

In questi tempi non c'è peggior sciagura per un imprenditore che l'invisibilità online.
Oggi, in tempi di pandemia, non presidiare la rete e i social con i propri contenuti (prodotti o servizi) significa non esistere: creare valore e non avere nessuno a cui proporlo e venderlo.

Anche il miglior imprenditore o azienda che fino a ieri poteva mantenere attivi i propri contatti attraverso eventi e meeting, oggi può trovarsi in serie difficoltà.
La spiacevole sensazione di avere grandi prodotti o servizi da offrire, ma nessuno sa che esistiamo.

"Ma il sito l'abbiamo fatto..."
Certo, il sito web prima di tutto. Un sito vetrina, con ben spiegate le cose che sapete fare, è il punto di partenza, il livello zero. Ma poi viene tutto il resto.
Per costruire la propria presenza online servono contenuti di valore, presentati alle persone giuste nel modo e nel momento giusto. Semplice da dire, ma come metterlo in pratica?
La tua attività va presentata al tuo pubblico online con la logica dell'inbound marketing: aumentare la visibilità/notorietà della propria attività (più visualizzazioni e coinvolgimento) senza infastidire o interrompere l'utente. A nessuno piace lo spam.
I tuoi contenuti devono mostrarsi quando servono, nel momento in cui il tuo potenziale cliente li sta cercando.

Ecco 8 regole per iniziare a combattere l'invisibilità online e trovare nuovi clienti

1. Produci contenuti con regolarità

Crea regolarmente nuovi contenuti per aumentare le probabilità di essere trovato online. Contenuti " ottimizzati" ovviamente, e di valore. Più né produci, più è probabile che i tuoi potenziali clienti li trovino durante il loro "customer's journey" o "processo di acquisto". Il blog, inteso come una sezione del sito dove rendere disponibili a tutti i prodotti/servizi di valore che sai realizzare, è il luogo ideale dove iniziare ad inserirli.

2. Arricchisci i contenuti con infografiche e fotografie

Le persone amano e condividono le infografiche 3 volte di più rispetto agli altri contenuti. Anche le immagini belle ed evocative aumentano le probabilità di lettura dell'80%. Inoltre, con i dispositivi mobili che ormai rappresentano la maggior parte dell'utilizzo del web, condensare le informazioni chiave dai tuoi contenuti in un'infografica che gli utenti possono salvare sullo smartphone o sul tablet aggiunge valore ai tuoi post.

3. Produci contenuti multimediali

I contenuti multimediali (video, presentazioni, webinar, ...) hanno un potenziale attrattivo sorprendente. Ogni anno diventano sempre più diffusi nel mondo del marketing, eppure tante aziende non riescono ancora a utilizzarli. Oggi più che mai, questo tipo di contenuti deve essere incorporato nelle tue tattiche di marketing. Sono più costosi da sviluppare, ma, se di valore, possono davvero fare la differenza.
I webinar per esempio, sono una miniera d'oro per i "content manager" e chi si occupa di creare contenuti per la comunicazione aziendale.

4. Regala valore

I contenuti " senza impegno" (demo, prove gratuite o campioni di prodotto, utili e "free") attirano sempre l'attenzione. Usa il potere del " free" per attrarre potenziali clienti. Che si tratti di penne e depliant in una fiera o di offrire una consulenza gratuita sui tuoi biglietti da visita, aggiungere del "valore extra" all'esperienza dei tuoi utenti contribuisce a trasformare i tuoi contatti in vendite.

5. Contenuti interattivi

Quiz, configuratori, check list, calcolatori e varie utility, generano alti tassi di conversione e forniscono valore effettivo ai tuoi visitatori (se sono utili, ovviamente). Questo tipo di contenuto non solo offre maggiori opportunità di coinvolgimento, ma fornisce anche una migliore user experience perché gli utenti si sentono più coinvolti.

6. E-mail

Nelle email che invii assicurati di avere ben evidenziato il tuo sito web (o il blog) nella tua firma. Questo è un modo gratuito di promuovere la tua attività. Lo strumento di generazione di firme e-mail di HubSpot è un modo semplice e veloce per creare una firma, con il tuo logo, visivamente accattivante.
Banale forse, ma funziona...

7. Pubblicazioni di settore

Contatta riviste, fonti di notizie, blog di settore o altre pubblicazioni (online o offline) e verifica se siano interessati a pubblicare i tuoi contenuti o le notizie aziendali. Non solo amplierai il tuo pubblico con i contenuti originali che produci, ma avrai anche l'opportunità di posizionarti sui canali social di queste pubblicazioni.

8. "La goccia che scava la roccia": ci vuole tempo

Aumentare la popolarità del proprio marchio richiede molto impegno, tentativi ed errori... e molta sperimentazione. Non vedrai i risultati immediatamente: pochissimi contenuti diventano virali, per questo la costruzione della presenza online richiede tempo.
Analizzando i dati relativi al traffico generato dai contenuti bisogna capire quali sono quelli a più alto valore aggiunto, ed agire di conseguenza.
Le strategie e le tattiche per usare i social, per la SEO, o per campagne di pay-per-click, sono disponibili a tutti e a costi (apparentemente) accessibili. Ma applicarle, sostenerle e renderle efficaci richiede risorse, dedizione e tempo.

Questi sono solo alcuni suggerimenti. Se trovi qualcos'altro che funziona meglio per la tua attività, non aver paura di provarlo. Qualunque cosa tu faccia, fallo in ottica inbound marketing: aggiungendo valore, istruendo e, soprattutto, deliziando il tuo pubblico con i contenuti unici che solo la tua azienda è in grado di sviluppare e condividere.
In bocca al lupo!

Se vuoi aiuto nell'aumentare le visite al tuo sito prenota subito una call.

Marketing online: raggiungere nuovi clienti con l'Inbound Marketing. Scarica la guida >

Tag: inbound marketing, content marketing, sito web, hubspot, webinar, strategia

Condividilo su

     

Potrebbero interessarti anche:

Piattaforma CRM e Marketing Automation


Trasformare i clienti potenziali in clienti fedeli è un processo a più fasi che richiede gli sforzi combinati di team interfunzionali. Fortunatamente ci sono diversi tipi di tecnologie disponibili per rendere il compito più semplice, come il software di gestione delle relazioni con i clienti (CRM)...

Leggi di più

Marketing-tools e CRM gratuito HubSpot: PMI, cosa aspettate?


Il CRM, Customer Relationship Management, è un software che serve a organizzare e gestire le relazioni con i clienti. È uno degli strumenti fondamentali per i team di vendita e marketing per gestire i contatti, le interazioni, i processi di vendita, e l'acquisizione di nuovi clienti.

Leggi di più

Agenzia di inbound marketing: cos’è e a cosa serve


Se hai un brand tutto tuo o più in generale un progetto di business saprai certamente che la prima cosa da fare è cercare risorse che siano capaci di darti una mano a tenere viva la tua realtà. Un’azienda non è mai da sola, ma si trova in un intricato sistema di networking con agenzie di...

Leggi di più

Lead Conversion: strategie e strumenti


Hai realizzato la tua strategia di lead generation che funziona molto bene, e il tuo sito sta ricevendo un sacco di visite. Gli utenti compilano i form, e li stai convertendo in lead. E ora?

Una volta che i visitatori hanno espresso interesse verso il tuo brand, come puoi convertire i lead in ...

Leggi di più

Inbound Marketing

Non solo un insieme di tecniche, ma un vero e proprio cambio di mentalità, che mette il cliente al centro della tua strategia di marketing. Eclettica-Akura è una agenzia di comunicazione a Torino specializzata in inbound marketing.

Scopri cosa possiamo fare per te

Ultimi articoli