Come una strategia SEO efficace può far crescere il tuo business

Postato da Maurizio Masi il 26 marzo 2019
Trovami su:

Schizzo scritta SEO

La presenza online al giorno d’oggi è diventata una condizione obbligatoria per tutte le aziende che vogliono creare o accrescere il proprio business. Tuttavia “esserci” non è abbastanza. Per emergere e distinguersi dalla massa è necessario comparire tra i risultati della prima pagina di Google. Scalare la classifica richiede però tempo, oltre ad una strategia SEO (Search Engine Optimization) ben strutturata. Prima di trattare nello specifico questo argomento, andiamo a scoprire quali sono i criteri che usano i motori di ricerca per classificare i tuoi contenuti digitali.

Come il motore di ricerca classifica il contenuto

I criteri che determinano il posizionamento sui motori di ricerca dei tuoi contenuti sono principalmente due:

  1. la pertinenza, ovvero la qualità dei contenuti per i quali vuoi essere conosciuto;
  2. l’autorevolezza, ottenuta attraverso i siti web di alta qualità che linkano i tuoi contenuti (backlink).

Ora che abbiamo definito qual è la chiave per ottenere una buona classificazione dei contenuti nella ricerca, andiamo a illustrare in che modo questi vengono trovati, analizzati e classificati.

Il processo che esegue Google è composto da tre fasi:

  1. scansione
  2. indicizzazione
  3. classificazione

Nella prima fase i robot del motore di ricerca scoprono l’esistenza della tua pagina web (crawling) e prendono nota di tutti i contenuti al suo interno.

Nella seconda fase analizzano i contenuti che hanno trovato e verificano il loro grado di pertinenza per determinate query di ricerca, come ad esempio le parole chiave (keywords) presenti all’interno.

Nella terza fase valutano la presenza e la quantità di backlink autorevoli e di conseguenza decidono se il tuo sito può posizionarsi in alto nei risultati di ricerca.

Queste tre fasi dipendono l’una dall’altra. Innanzitutto è necessario che il tuo sito web sia visibile, in modo da poter essere valutato. Se i tuoi contenuti non sono pertinenti, ci sono poche possibilità di ottenere una buona classificazione, anche in presenza di un’autorevolezza elevata. La situazione non cambia se il tuo sito web è autorevole, ma i contenuti risultano non pertinenti.

Ora che abbiamo capito come i motori di ricerca scoprono, indicizzano e classificano i contenuti, passiamo ai consigli su come ideare una strategia SEO efficace.

Stabilire una strategia SEO efficace

Quando si ha come obiettivo quello di essere tra i primi risultati di ricerca di Google, la prima cosa che viene in mente di fare è imitare le azioni dei nostri competitor più importanti. Ad esempio, se un’azienda ha pubblicato centinaia di contenuti ed è nella prima pagina di Google, se tu fai lo stesso otterrai gli stessi risultati. Semplice, no?

Purtroppo non è così automatico perché, come visto in precedenza, anche se i contenuti risultano pertinenti, se non hai una forte autorevolezza, Google non ti premierà.

A questo punto sorge spontanea una domanda: come puoi diventare più autorevole?

Cosa non deve assolutamente mancare nella tua comunicazione online?  La guida del marketing digitale.  Scarica la checklist >

L'importanza dei backlink

Se inizi a creare contenuti di valore unici, le persone potrebbero apprezzarli e linkarli a loro volta (link building). Grazie a questo, riuscirai ad ottenere numerosi backlink, che aiuteranno ad accrescere l'autorevolezza del tuo sito.

Quindi ricorda: è più importante un solo contenuto di alta qualità rispetto a un centinaio di scarso valore.

Per creare contenuti di qualità devi avere bene in mente chi è il tuo cliente ideale e quindi definire un modello di buyer persona. Grazie a questo potrai definire il tipo di linguaggio da usare, i problemi ricorrenti dei tuoi clienti e le soluzioni più efficienti da proporre.

In sintesi i contenuti di valore devono:

  1. risolvere i problemi dei tuoi clienti;
  2. essere di facile comprensione;
  3. dimostrare le tue competenze e professionalità.

Una strategia SEO efficace si basa sullo sviluppare di pari passo contenuti pertinenti di alta qualità e backlink autorevoli, al fine di aumentare l’autorevolezza del tuo sito web.

Long tail keyword: cosa sono e a cosa servono

Sempre parlando di contenuti, un altro aspetto che bisognerebbe curare quando si definisce una strategia SEO è l’aggiunta delle long tail keywords.

Cosa sono e cosa le differenzia dalle keywords a cui siamo abituati?

Come si può intuire dal nome, la long tail keyword (parola chiave a coda lunga) è una vera e propria frase che viene ricercata sui motori di ricerca.

Rispetto alla classica keyword presenta vari vantaggi:

  1. è composta da più parole (in genere più di 4);
  2. non c’è molta competitività per presidiarla;
  3. possiede un tasso di conversione molto alto.

Le long tail sono uno strumento molto potente perché permettono di portare sul tuo sito solo chi è veramente interessato a quello che hai da offrire.

Non dimenticare gli aspetti tecnici del sito web

Per concludere la panoramica su quello che non deve mancare in una strategia SEO efficace non si può non parlare degli aspetti puramente tecnici.

Per esempio, il tuo sito web deve essere responsive, user-friendly e scritto con un codice semplice, coerente e “pulito”. Sotto questo punto di vista scegliere di utilizzare un CMS (Content Management System) come WordPress potrebbe essere saggio, in quanto possiede le caratteristiche sopra elencate. Google apprezza molto i siti sviluppati in questa maniera perché sono facili da indicizzare. Oltre a questo ci sono molti altri motivi per cui un sito in WordPress si presta ad una strategia SEO efficace, però servirebbe un articolo dedicato.

Ora che abbiamo trattato come aumentare l’autorevolezza del tuo sito web, non ci rimane che portare degli esempi di tools utili per monitorarla.

Come misurare l’autorità SEO del tuo sito web

Pubblicare contenuti di valore è importante, ma il tuo sito web deve avere una forte autorevolezza per ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca.

Ma come si misura l’autorevolezza?

L’autorevolezza di un sito web dipende da diversi fattori, ma i più importanti sono senza dubbio il volume e la qualità dei backlink. Per volume si intende la quantità di link in ingresso, mentre la qualità dipende da quanto sono autorevoli le pagine web che si collegano al sito.

Per analizzare questi parametri si può fare uso di strumenti dedicati, alcuni gratuiti, altri a pagamento.

Uno strumento molto utile e gratuito che puoi utilizzare è Moz. Può aiutarti a scoprire i backlink presenti sul tuo sito, sia quelli che danno autorevolezza, sia quelli che potrebbero danneggiarla.

Esistono anche molti strumenti a pagamento che fanno cose simili, ovviamente anche qualcosa in più, come per esempio SEMrush, Majestic e Ahrefs.

Pensare e misurare l'autorità e la credibilità del tuo sito web ti aiuterà ad avere una buona idea del tuo attuale stato SEO e di cosa hai bisogno per migliorare.

Bene, spero che questa panoramica sul SEO ti sia stata utile e ti abbia fornito spunti interessanti per iniziare a ottimizzare il tuo sito web. Se vuoi intraprendere questo percorso con un'agenzia di comunicazione specializzata nel digital, non esitare a contattarci. Ti forniremo tutto il supporto necessario.

Clicca qui per ottenere la guida al marketing online.

Tag: agenzia di comunicazione, digital marketing, agenzia digital marketing torino, inbound marketing, content marketing, strategia, seo, buyer persona

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su